Hatha Yoga Tradizionale

Posizione cobra yoga

L’ HATHA YOGA e’ la Scienza della Purificazione

Si occupa quasi interamente del corpo fisico, il suo scopo è quello di renderlo molto forte, costruendo pero’ allo stesso tempo le fondamentali basi per vera pratica del Raja-Yoga. Questa pratica e’ molto difficile e non puo’ essere imparata in un giorno. E’ considerata preliminare alle pratiche di Pranayama, Pratyahara, Dharana, Dhyana, Samadhi. Essenziale nella Tradizione Yogica per purificare e prepararsi appunto a livelli spirituali piu’ elevati.

L’intento principale dell’ HATHA YOGA e’ di creare un assoluto bilanciamento tra CORPOMENTEENERGIA. Questo ramo dello Yoga e’ necessario per rendere la vita degli uomini priva di malattie e per allungarne la durata.

Infatti, se osserviamo gli impedimenti alla pratica il primo ostacolo descritto dalla tradizione e’ appunto un corpo fisico malato, percio’, e’ nostro compito mantenere la salute osservando la pratica, il cibo che assumiamo, le cattive abitudini e cio’ che facciamo.

Ad un livello di esistenza percepiamo Corpo, ad un altro livello la Mente e poi lo Spirito.
 Quando questo equilibro e’ stato creato c’e’ il risveglio della forza centrale che e’ responsabile dell’evoluzione della coscienza umana.

Nelle classi di Yoga Asana, la consapevolezza del movimento è sempre sottolineato ed ogni movimento deve essere cosciente.

Con la pratica e il passare del tempo, questa attenzione viene sempre piu’ trasportata ed applicata alla nostra vita quotidiana : “mi sento presente e vigile”,  “sono cosciente del mio respiro”…etc

Questa consapevolezza che si acquisisce attraverso la pratica dello Yoga, diventa naturale, parte spontanea della natura umana e della vita.

Questo processo rappresenta la progressione nella struttura neuro-cellulare del corpo fisico.

Quando pratichiamo le Asana permettiamo a noi stessi di perfezionare un sistema che ci migliorera’ l’attenzione, la concentrazione, la capacita’ al rilassamento, la meditazione e le condizioni fisiche attraverso lo stretching, il massaggio degli organi interni e lo stimolo del sistema nervoso.

Queste Tecniche senza movimenti o con piccolissimi aggiustamenti, tenute per qualche minuto permettono maggiori effetti sul corpo fisico e pranico. Sono particolarmente indicate per portare piu’ tranquillita’ alla mente e per preparasi a piu’ elevate pratiche Yogiche come la Meditazione.

Con il tempo e l’esperienza pratiche statiche tradizionali si riveleranno piu’ indicate per praticanti di livelli intermedi e avanzati.

Il termine Asana e’ sinonimo di stabile, confortevole e immobile.

Il continuo movimento durante la pratica di un Asana rispecchia il fluttuare della nostra mente e si perde energia, il contrario invece ci permette di mantenerla e osservarla. Spesso si cerca di imitare posizioni e movimenti visti su foto o in video, ma dobbiamo fare attenzione a cosa facciamo con la mente. 
La presenza mentale nell’Asana che stiamo svolgendo e’ piu’ importante dell’Asana stessa.

Nelle Asana, a differenza degli esercizi fisici, mettiamo la nostra completa attenzione, la presenza mentale, la nostra intelligenza, senza nessun movimento automatico inconscio.

Le Asana quindi sono posture fisiche che vengono praticate per un variabile periodo di tempo fino a diventare confortevoli.

Influenzano il sistema muscolo-scheletrico, gli organi interni e particolarmente il sistema neuro-endocrino.

Agiscono anche modulando la reazione del corpo allo stress e alle stimolazioni esterne, aiutando il sistema ad attenuare innecessarie sovra stimolazioni del corpo.

Massaggiano gli organi interni, migliorando quindi la circolazione del sangue e rimuovendo tossine accumulate. Riarmonizzano il livello di ormoni nel corpo. Alternano favorevolmente il modello di metabolismo del corpo.

error: Ogni contenuto presente sul sito è coperto da diritto d\'autore.